Unibg International -None Excluded - Transforming schools and learning to develop inclusive education - 3rd Edition : Keynote Speakers
Unibg International
Home > Departments > Human and Social Sciences > Conferences and Seminars > Archive > None Excluded - Transforming schools and learning to develop inclusive education - 3rd Edition: Keynote Speakers

Department of Human and Social Sciences

Keynote Speakers

Area bacheca: 167&

Brevi biografie dei relatori

Julie Allan è docente dell'insegnamento di Equità e inclusione, e dirige il Dipartimento di Disabilità, inclusione e bisogni speciali all'Università di Birmingham (UK). I suoi interessi riguardano il campo della teoria dell'educazione, con particolare riferimento alle analisi postrutturaliste e del capitale sociale. Julie è stata consulente del Parlamento scozzese, dell'Assemblea del Galles e dei governi olandese e del Queensland. Ha svolto un'estensiva attività di consulenza anche per il Consiglio d'Europa.

Christy Ashby è Professore Associato al Teaching and Leadership Department della School of Education presso l'Università di Syracuse (USA). È docente del corso "Educazione inclusiva primaria e speciale" e coordina la Laurea magistrale in Educazione inclusiva. Inoltre è direttore dell'Istituto di Comunicazione e inclusione, che conduce ricerca, formazione e disseminazione sulle strategie di comunicazione per le persone con disabilità, in particolare relativamente ai problemi del linguaggio.

Luciano Benadusi, già Professore ordinario di Sociologia dell'educazione e Direttore di Dipartimento presso l'Università "La Sapienza" di Roma, è membro del gruppo OECD sugli Indicatori di equità in educazione. È direttore scientifico della rivista "Scuola Democratica". Le sue principali aree di ricerca riguardano l'uguaglianza ed equità in educazione, le politiche di istruzione scolastica e universitaria, l'organizzazione scolastica, le competenze per l'apprendimento e le relazioni scuola-lavoro.

Maria-Luise Braunsteiner, dottore di ricerca, è docente di Politiche e pratiche dell'educazione inclusiva nella Scuola di formazione per gli insegnanti dell'Università della Bassa Austria. In precedenza ha lavorato come insegnante di scuola primaria e di sostegno a Vienna. I suoi interessi di ricerca riguardano i progetti di educazione inclusiva nelle scuole e nelle università. È rappresentante delle Scuole universitarie di formazione degli insegnanti nel Consiglio nazionale per la qualità dei corsi.

Fabio Dovigo, dottore di ricerca, è Professore Associato di Metodologia della ricerca educativa e organizzativa all'Università di Bergamo. È responsabile delle Relazioni internazionali del Dipartimento di Scienze umane e sociali. È coordinatore di numerosi progetti sull'inclusione scolastica e universitaria in Europa e America Latina. I suoi interessi di ricerca includono l'educazione inclusiva e i metodi di apprendimento attivo e trasformativo. Ha curato la traduzione italiana dell'Index per l'inclusione.

Sanja Hadzihajdic lavora attualmente come Consulente esperto per l'area educativa presso l'Istituto pedagogico del Ministero dell'Istruzione, Scienza, Cultura e Sport della regione Zenica-Doboj in Bosnia - Herzegovina. A partire dal 2007, quando l'Index per l?inclusione è stato introdotto in Bosnia ed Herzegovina per la prima volta, ha contribuito attivamente allo sviluppo e alla realizzazione pratica di progetti basati su questa metodologia all'interno di numerose scuole.

Eva Hjörne è docente di Educazione all'Università di Gothenburg in Svezia. Presso questa università è anche Direttore del Centro di ricerca "Piattaforma per la ricerca per l'educazione inclusiva e lo sviluppo scolastico". I suoi interessi di ricerca riguardano l'analisi dell'apprendimento e delle interazioni sociali nelle scuole inclusive, i processi di emarginazione, e l'azione mediata, con un focus specifico sullo studio dei processi di categorizzazione e di formazione dell'identità degli studenti nelle scuole.

Sai Väyrynen lavora da oltre un decennio nel campo dell'educazione internazionale, dove è stata consulente di numerosi Ministeri dell'Istruzione dei Paesi in via di sviluppo, collaborando in questo senso con diversi paesi dell'Africa, dell'Est europeo e dell'Asia centrale. Ha lavorato in particolare in Zimbabwe, Francia, Sud Africa e Tanzania, mentre ha studiato in Inghilterra. È Ricercatore confermato per l'insegnamento di Bisogni educativi speciali alla Open University di Helsinki.