Unibg International
Home > Prof. Luca Erminio Bruno Bani

Prof. Luca Erminio Bruno Bani

luca.bani@unibg.it

Tel.: +39 0352052402 (Casa dell'Arciprete)
Fax: +39 0352052451

Office hours: LUNEDI' dalle 14.00 alle 17.00 (solo per il Tutorato di gruppo di Letteratura italiana C) VENERDI' dalle 9.00 alle 11.00 (studenti e laureandi) e dalle 11.00 alle 12.00 (solo per i tirocini) SECONDO SEMESTRE: LUNEDI' dalle 14.00 alle 17.00. Solo in caso di reali urgenze, si prega di scrivere all'indirizzo luca.bani@unibg.it


Building: Casa dell'Arciprete
via Donizetti 3 - 24129 Bergamo (BG) - Italy
room 6

Associate professor
Department of Foreign Languages, Literatures and Cultures

Professor
Degree Courses - Foreign Languages, Literatures and Cultures

Subjects:
13003Italian Literature B1Letteratura italiana B1
13126Italian Literature B1 and B2Letteratura italiana B1 e B2
13146Italian Literature CLetteratura italiana C



Luca Bani è professore associato di Letteratura italiana presso il Dipartimento di Lingue, letterature e culture straniere dell'Università degli Studi di Bergamo. Dal 2008 è membro del Comité scientifique della rivista "Italies. Littérature, Civilisation, Société", curata dal Département d'Italien dell'Università di Aix-Marseille, e dal 2015 fa parte del Comité scientifique della rivista "Transalpina", pubblicata a cura dell'équipe EA 425 ERLIS (Équipe de recherche sur les littératures, les imaginaires et les sociétés). Nel 2009 è stato socio fondatore del centro studi Cesare Cantù di Brivio (LC). Dal 2012 è aggregato alla Classe di Lettere dell'Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti di Bergamo e dal 2013 è presidente del Centro di Studi Tassiani. Nel 2014 è entrato a far parte del comitato editoriale delle collane "Saggi" e "Testi" del CISAM (Centro internazionale di studi sulle avanguardie e sulla modernità). Le sue ricerche si concentrano prevalentemente sui seguenti aspetti: la cultura del Settecento bergamasco, con particolare riguardo alla figura e all'opera di Lorenzo Mascheroni; la letteratura dell'Ottocento e del Novecento italiano ed europeo, con un'attenzione specifica al tema del paesaggio naturale e/o urbano nei testi poetici e narrativi (Carducci, Pascoli, d'Annunzio, Pavese, Bassani, Moravia, Th. Mann, Ibsen, Woolf) e al tema del fanciullo (d'Annunzio); l'epistolografia ottocentesca (Cesare Cantù, De Amicis, Faldella e De Gubernatis).