Strumenti del Portale



Home > Centri di ricerca > CST > Chi siamo: Mission

CST - Centro studi sul territorio Lelio Pagani

Mission

Il Centro Studi sul Territorio "Lelio Pagani" (CST) è un Centro di ricerca d'Ateneo sito presso la sede storica dell'Università degli studi di Bergamo: la Casa del Podestà veneto, in piazza vecchia.

Il Centro si configura come luogo di ricerca pura e applicata, di formazione, di consulenza nell'ambito degli studi che fanno del territorio la propria vocazione, sotto molteplici punti di vista:

  • ambiente
  • paesaggio
  • pianificazione territoriale
  • ricerca storica-cartografica-iconografica
  • sistema informativo geografico
  • manifestazioni culturali

Sono attive e numerose le collaborazioni con il Comune e la Provincia di Bergamo, con varie istituzioni territoriali, con enti e aziende, pubblici e privati.


La nostra vocazione

Il Centro Studi sul Territorio "Lelio Pagani", il pi?ico dell'Ateneo, ha ampiamente acquisito credibilità e notorietà nella ricerca teorica e applicata, di produzione di servizi nel campo della complessa realtà territoriale bergamasca e lombarda, declinata nelle sue espressioni multidisciplinari. Il Centro, avvalendosi delle varie componenti interne e degli apporti specialistici esterni, si propone di fornire un monitoraggio costante delle problematiche del territorio, per dare risposte di gestione e valorizzazione alle esigenze manifestate dai diversi Enti e committenti, pubblici e privati.

La vocazione del Centro è di fornire servizi di intervento e di formazione di alto livello, in molteplici e coerenti campi:

  • studio dell'armatura culturale del territorio come patrimonio di beni e come matrice di identità (heritage, beni culturali, architetture, archeologia industriale, ecc. ...)
  • concorso alla costruzione di una cultura del territorio conforme alle istanze del nostro tempo, con attenzione particolare all'aspetto educativo e formativo
  • studio dei problemi della mobilità, con riferimento alla circolazione delle persone e delle merci, alle infrastrutture relative alla qualità della vita della città e del territorio
  • costruzione di percorsi culturali in rapporto ai luoghi, all'uso delle risorse, alle forme di fruizione turistica
  • studi di sostenibilità e di economia alternative
  • raccolta di banche dati relative alla biodiversità
  • costituzione di un fondo bibliografico specialistico e di bibliografie settoriali.