Strumenti del Portale



Home > Dipartimenti > Giurisprudenza > Convegni e seminari: L'Europa e lo sport - profili giuridici, economici e sociali 2012

Dipartimento di Giurisprudenza

L'Europa e lo sport - profili giuridici, economici e sociali 2012

Area bacheca: 1227

Università degli studi di Bergamo
Dipartimento di Giurisprudenza

Convegno
L'Europa e lo sport. Profili giuridici, economici e sociali

venerdì 26 ottobre 2012 - Bergamo - via Moroni 255, aula 1

Presentazione

Dopo l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona e l'esplicito riconoscimento in esso contenuto allo sport come settore di competenza dell'Unione europea, il tema dei rapporti tra il diritto dell'Unione europea e le attività sportive ha acquisito ancora maggiore importanza e centralità nell'agenda politica europea. Infatti, il richiamo contenuto nell'art. 165 TFUE alla funzione sociale ed educativa dello sport sottolinea chiaramente che per l'Unione europea lo sport, anche quando costituisce un'attività economica soggetta alle regole del mercato interno, non è mai equiparabile a una qualsiasi attività economica, posto che, considerato nella sua essenza più autentica, lo sport costituisce principalmente un fenomeno di straordinaria rilevanza sociale e culturale. Analogamente, la Carta internazionale olimpica evidenzia che il Movimento olimpico ha quale scopo quello di contribuire alla costruzione di un mondo migliore e più pacifico, educando la gioventù per mezzo dello sport, praticato senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play. In altre parole, la funzione sociale dello sport consiste proprio nell'idoneità dello sport a porsi quale strumento di educazione (informale), soprattutto dei giovani, in grado di veicolare valori etico-sociali che costituiscono il fondamento di una società multiculturale, quali il divieto di ogni forma di discriminazione, la solidarietà, l'amicizia, l'uguaglianza di genere e il rispetto di sé, degli altri e delle regole.
Anche lo sport, tuttavia, si trova ad affrontare nuove minacce e sfide emerse nell'attuale società europea, come la pressione commerciale, lo sfruttamento dei giovani giocatori, il doping, il razzismo, la violenza, la corruzione e il riciclaggio del denaro. Inoltre, persistono temi strettamente connessi al settore sportivo poco conosciuti, quali la promozione dell'attività fisica a vantaggio della salute, l'istruzione e la formazione, il volontariato e le organizzazioni sportive senza scopo di lucro, l'inclusione sociale nello sport e attraverso lo sport, compreso lo sport per i disabili e la parità dei sessi nello sport, il finanziamento sostenibile dello sport di base e la buona governance.
Si tratta di temi molto complessi, su cui il mondo accademico può e deve confrontarsi, soprattutto dopo che la stessa Commissione dell'Unione europea, nella comunicazione "Sviluppare la dimensione europea dello sport" del 2011, ha espressamente invitato le Università a svolgere un ruolo di collegamento tra le organizzazioni sportive e gli istituti di istruzione al fine di incentivare lo sviluppo di programmi di insegnamento in grado di consentire agli sportivi di conciliare l'attività agonistica con l'istruzione.
Sul versante più strettamente economico, invece, si osserva che la crisi che da alcuni anni ha colpito ogni settore dell'industria, non solo europea, ha posto anche il mondo sportivo davanti alla necessità di affrontare nuove sfide, tutte accomunate dall'obiettivo di realizzare una sostenibilità di lungo periodo dello sport.
Per questi motivi il Dipartimento di Giurisprudenza, dopo la positiva esperienza del 2011, ha deciso di organizzare la seconda edizione del Convegno dal titolo L'Europa e lo sport. Profili giuridici, economici e sociali che si svolgerà il 26/10/2012 presso l'Università degli studi di Bergamo, sede di via Moroni 255, aula 1. Anche quest'anno tra i relatori che parteciperanno al Convegno figurano alcuni tra i principali esperti della materia provenienti sia dal mondo accademico, sia dal mondo istituzionale sia ancora dal mondo professionale.
Il Convegno mira a costituire un punto di riferimento per il monitoraggio e lo studio dei rapporti tra l'Europa e lo sport, siano essi di natura giuridica, economica o sociale, a vantaggio e nell'interesse del mondo accademico, del mondo sportivo, del volontariato, delle scuole e in generale di tutti coloro che sono interessati.

Programma

Accreditamento

Il Convegno è accreditato dall'Ordine degli Avvocati di Bergamo per 4 crediti formativi professionali.

Iscrizioni

L'iniziativa è aperta a tutti.
Ai fini dell'accreditamento, l'iscrizione è obbligatoria solo per gli iscritti all'Ordine degli Avvocati e dovrà pervenire esclusivamente tramite il sito RICONOSCO entro e non oltre il 23 ottobre 2012.
Ulteriori indicazioni saranno fornite il giorno dell'iniziativa.

Informazioni

Responsabile scientifico: Prof. Stefano Bastianon
Segreteria organizzativa: Dott.ssa Immacolata Musuruca - immacolata.musuruca@unibg.it

Patrocinio

CONI BergamoGiappichelli EditoreEurojus
Avvisi e documenti
Locandina


Avviso: per visualizzare i file .zip eventualmente allegati alle notizie è necessario premere il bottone 'Salva', salvare il file in una cartella del proprio PC e da lì aprire il file. L'apertura diretta del file tramite il bottone 'Apri' non funziona.
Warning - .zip files: you have to save the file in a folder of your PC. You cannot open directly the file from the website.