Strumenti del Portale



Campus di Ingegneria: Macchine & Storia
Eccezionalità del Luogo

Company Town

Area bacheca: 1497

Il termine company town indica un villaggio nato e sviluppatosi grazie alla presenza di una fabbrica. È questo il caso di Dalmine. Da quando i fratelli Max e Reinhard Mannesmann nel 1908 decisero di insediare la loro fabbrica di tubi nel territorio di Dalmine, la sfera sociale ed economica di questo paese cambiò completamente.
I I cambiamenti più significativi, a livello urbanistico, furono apportati dopo il primo conflitto mondiale, quando i dirigenti della Società Anonima Stabilimenti Dalmine decisero di sviluppare intorno alla fabbrica una vera e propria company town.
Negli anni Trenta entra in gioco l'importante figura dell'architetto milanese Giovanni Greppi che fu commissionato per la realizzazione dei quartieri residenziali per gli operai (quartiere Garbagni) e gli impiegati (quartiere Leonardo), gli edifici destinati alla vita politica, amministrativa e commerciale, la chiesa, l'asilo, la scuola elementare e tutta una serie di servizi/strutture per il tempo libero, dando vita ad un villaggio moderno. Venne inoltre installata un'antenna alta 60 metri che stava a simboleggiare la prevalenza della fabbrica su tutte le altre istituzioni.
I ritmi lavorativi non influenzavano la giornata dei soli lavoratori ma anche quella dei semplici cittadini; la vita quotidiana era scandita dalla sirena dello stabilimento e il lavoro agricolo era stato sostituito con quello industriale.


Documenti e link
Archivio Fondazione Dalmine - Edilizia residenziale