Persone e Insegnamenti
      

Prof.ssa Bernadette Majorana

bernadette.majorana@unibg.it

Tel.: 0352052754 (S. Tomaso (ingresso da via Pignolo))

Riceve gli studenti: Riceve gli studenti: venerd́ 12 aprile, ore 16,45, aula 5 Bernareggi, dopo il laboratorio di Teoria e prassi drammaturgica; venerd́ 3 / 17 maggio, ore 16,45 aula 5 Bernareggi, dopo il laboratorio di Teoria e prassi drammaturgica; venerd́ 31 maggio e venerd́ 21 giugno, ore 15,30, aula esami di Fondamenti di teatro e spettacolo. DATE, ORARI E LUOGHI POSSONO SUBIRE VARIAZIONI: SI PREGA DI TENERSI AGGIORNATI SU QUESTA PAGINA. PER UNA MIGLIORE ORGANIZZAZIONE DEI RICEVIMENTI, GLI STUDENTI SONO INVITATI A SEGNALARE LA PROPRIA PRESENZA ENTRO IL GIORNO PRIMA DELLA DATA PREVISTA (bernadette.majorana@unibg.it)

Sede: S. Tomaso (ingresso da via Pignolo)
via S. Tomaso 40 - 24121 Bergamo (BG) - Italia
stanza 5

Professore Associato: Corsi - Lettere, Filosofia, Comunicazione

Professore Associato: Corsi - Lingue, Letterature e Culture Straniere

Professore Associato: Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione


Corsi:
13047 Fondamenti di teatro e spettacolo
37150 Teatri del XX secolo
13113 Teatri orientali

Corsi a.a. precedenti:
92059 Fondamenti di teatro e spettacolo (6 cfu)
93150 Teoria e prassi della comunicazione dello spettacolo
28032 Teorie e prassi teatrali (5 cfu)


Bernadette Majorana, laureata in Storia dell'arte e dottore di ricerca in Storia dello spettacolo, è professore associato di Discipline dello spettacolo alla Università di Bergamo, dopo avere insegnato alla Università Cattolica di Milano e di Brescia e alla Università Bocconi. Ha compiuto esperienze didattiche anche in Francia. Nella prospettiva metodologica della relazione fra teatro e storia, si occupa di rappresentazione e vita religiosa in età moderna, e prevalentemente del rapporto fra attori e spettatori, di oratoria e predicazione, di pratiche teatrali e spettacolari legate alla santità; e per l'800-'900, di teatro popolare, in particolare dell'Opera dei pupi siciliana. Ha maturato una lunga esperienza operativa al CRT Centro di ricerca per il teatro di Milano. E' osservatrice attenta della scena contemporanea.