Persone e Insegnamenti
      

Dott.ssa Alessandra Ghisalberti

alessandra.ghisalberti@unibg.it

Tel.: 0352052414 (Salvecchio)

Riceve gli studenti: Il VENERDI' ore 14.30-15.30 La docente sempre contattabile via email per fissare colloqui individuali, anche via skype.
Il ricevimento della Prof. Ghisalberti sospeso fino al 12 maggio 2019. In caso di bisogno, contattare la Prof. Federica Burini (fburini@unibg.it)<br /><br />

Sede: Salvecchio
via Salvecchio 19 - 24129 Bergamo (BG) - Italia
stanza 37

Ricercatore a tempo determinato (tipo B): Corsi - Lingue, Letterature e Culture Straniere

Ricercatore a tempo determinato (tipo B): Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere


Corsi:
13147 Geografia antropica ed economica
13135 Geografia delle reti
3046 Geografia dello sviluppo

Corsi a.a. precedenti:
28009 Area giuridico-sociale (10 cfu)
28012 Geografia (10 cfu)
5835 Geografia regionale A


Alessandra Ghisalberti

Ricercatore a tempo determinato (profilo B) di Geografia economico-politica (settore scientifico-disciplinare: M-GGR/02) presso il Dipartimento di Lingue, letterature e culture straniere dell'Università di Bergamo, ha ottenuto l'abilitazione scientifica nazionale a professore di II fascia in Geografia (settore concorsuale: 11/B1), è titolare degli insegnamenti di Geografia dello sviluppo, Geografia economica e Processi territoriali delle aree asiatiche, oltre che membro della Giunta del Centro Studi sul Territorio e del Collegio docenti della Scuola Internazionale di Dottorato in Formazione della persona e mercato del lavoro, presso il medesimo ateneo.
La sua ricerca ha riguardato le dinamiche territoriali indotte dalle migrazioni, principalmente nei contesti rurali africani e urbani italiani, così come la comunicazione del fenomeno migratorio attuata dai media, con particolare attenzione all'infografica (mapping, grafici, etc.), e le politiche migratorie attivate in Africa, UE e USA.
Ultimamente, ha ampliato il proprio ambito di ricerca ad altre forme di mobilità (turismo, pendolarismo, etc.) e alle tematiche della rigenerazione urbana, privilegiando l'indagine delle città europee di medie dimensioni, come Bergamo.