Persone e Insegnamenti
      

Dott.ssa Martina Censi

martina.censi@unibg.it

Tel.: 0352052423 (Casa dell'Arciprete)

Riceve gli studenti: Durante il periodo di sospensione dell'attività didattica frontale: il ricevimento si svolgerà via Skype il MERCOLEDI' dalle 15,00 alle 17,00. Per avere il contatto della docente, gli studenti interessati dovranno inviarle una mail. Nel mese di AGOSTO la docente riceverà mercoledì 19 agosto dalle 15,00 alle 17,00, con la consueta modalità Skype, salvo ulteriori indicazioni.

Sede: Casa dell'Arciprete
via Donizetti 3 - 24129 Bergamo (BG) - Italia
stanza - 102 Piano interrato -1 (ala sinistra)

Ricercatore a tempo determinato (tipo A): Corsi - Lingue, Letterature e Culture Straniere

Ricercatore a tempo determinato (tipo A): Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere


Corsi:
13063 Letteratura araba I A+B (10 cfu)
13096 Letteratura araba II A+B
28053 Lingua araba LM I A+B (10 cfu)
28055 Lingua araba LM II A+B



dott.ssa Martina CensiMartina Censi è ricercatrice a tempo determinato (tipo A) presso il Dipartimento di Lingue, letterature e culture straniere dell'Università degli Studi di Bergamo. Nel 2018 ha ottenuto l'abilitazione scientifica nazionale alla II fascia della docenza universitaria in Lingua e letteratura araba (L-OR/12). Dal 2016 al 2018 è stata ricercatrice di lingua e letteratura araba all'Université Rennes 2 (Francia) dove è tuttora membro del gruppo di ricerca Équipe de Recherche Interlangue : Mémoires, Identités, Territoires (ERIMIT) dell'Université Rennes 2 (Francia). Dal 2013 è abilitata come Ma?e de conférences in Francia. Nelle sue ricerche si dedica a diversi aspetti relativi alla lingua e alla letteratura araba moderna e contemporanea. È interessata in particolar modo alla produzione narrativa in Siria e Libano, alle rappresentazioni letterarie del corpo, ai procedimenti di costruzione di mascolinità e femminilità e ai processi di costruzione identitaria degli individui e delle collettività nelle società arabe contemporanee. Nelle sue ricerche adotta un approccio interdisciplinare che coniuga teoria letteraria e analisi del discorso con l'ambito della critica femminista, dei Gender Studies, dei Postcolonial Studies e della sociologia.

Attualmente si occupa di rappresentazioni letterarie del migrante e dell'esperienza della migrazione nel romanzo arabo moderno e contemporaneo con l'obiettivo di analizzare il ruolo della letteratura nel mettere in discussione e scardinare le categorie di "identità", "appartenenza", "frontiera", "territorio" e "nazione" e nel suggerire o performare nuove forme di identità transnazionali e transculturali.

Tra le sue pubblicazioni, la monografia sulle rappresentazioni del corpo nella produzione narrativa delle scrittrici siriane contemporanee, Le Corps dans le roman des écrivaines syriennes contemporaines : Dire, écrire, inscrire la différence (Leiden: Brill, 2016).